Municipio Ramacca

La visita al parco archeologico della Montagna di Ramacca “Torricella S. Maria” ha segnato la  conclusione del progetto di ASL “La vita è adesso”, organizzato dal nostro istituto “IIS Ramacca-Palagonia” e che ha visto la partecipazione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali del triennio di tutti gli indirizzi.

Il progetto è stato articolato in quattro moduli a carattere laboratoriale tenuti dai docenti Zappia, Di Baudo, Castiglione e Alberti, coadiuvati da educatori e assistenti.

Le tematiche affrontate, quali la conoscenza dei servizi offerti dal Comune, dall’ufficio postale, dal Centro per l’Impiego, hanno avuto come obiettivi la conoscenza del territorio, il rafforzamento negli studenti dell’autonomia sociale, il miglioramento delle relazioni interpersonali con pari e adulti e lo sviluppo e potenziamento di competenze trasversali, necessarie per l’approccio al mondo del lavoro.

 prof.ssa Rossella Zappulla

 

incontro con il Sindaco di Ramacca

Uno dei moduli ha visto gli studenti impegnati nell’ideazione e realizzazione di prodotti artistici, creativi e rispettosi dell’ambiente.

Al termine delle lezioni teorico-pratiche gli studenti sono stati coinvolti in una serie di visite guidate che hanno consentito loro di sperimentare concretamente quanto appreso durante l’intero percorso.

Durante la visita presso il Comune, gli alunni e i docenti sono stati accolti dal sindaco di Ramacca, dott. Giuseppe Limoli, che ha espresso il suo apprezzamento per l’iniziativa e si è detto sempre disponibile a collaborare sinergicamente con la nostra scuola per un sereno e proficuo inserimento dei nostri studenti nel tessuto sociale 

della cittadina di Ramacca.

Particolare interesse ha destato nei partecipanti la visita presso il parco archeologico dove, sotto la guida della prof.ssa Zappulla, gli alunni hanno potuto osservare i resti di un insediamento indigeno della prima età del Ferro.

 necropoli

I ragazzi hanno apprezzato particolarmente la necropoli nella quale, durante i bombardamenti del 1943, gli abitanti di Ramacca hanno trovato rifugio nelle tombe a camera che potevano accogliere fino a 40 persone.

Un vero e proprio “Viaggio” all’interno della nostra comunità compiuto attraversando i luoghi della memoria storica di Ramacca nonché quelli fondamentali per la costruzione di un progetto di vita consapevole.

Prof.ssa Rossella Zappulla

 

 

 

Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie. Cliccando qualsiasi link su questa pagina si autorizza l'utilizzo. Per sapere di più